20.6 C
Genova
domenica, 21, Luglio, 2024
spot_img

APARC: uno sguardo attento alle radici

La cabannina è una razza bovina autoctona genovese. Il suo nome deriva dalla piana di Cabanne, nel Comune di Rezzoaglio, dove sono stati conservati alcuni capi in purezza consentendo l’avvio del lavoro di recupero della razza.
È una razza rustica, di taglia medio-piccola e dal mantello castano scuro, a volte bruno chiaro, con una striscia color crema sulla linea dorso-lombare, chiamata riga mulina, che degrada in sfumature rossicce. Razza a duplice attitudine (carne e latte), la cabannina produce poco latte ma di altissima qualità, ottimo per la caseificazione e ricco di profumi e di sapori del territorio. La cabannina, infatti, è un’eccellente pascolatrice capace di sfruttare gli ambienti più impervi e i pascoli magri e ricchi di arbusti tipici dell’appennino ligure.
Gli allevatori del Presidio APARC producono un latticino dolce (denominato, appunto, dolce di latte), una sorta di ricotta stagionata (il sarazzu) e diversi formaggi a latte crudo, senza l’uso di fermenti: la tradizionale prescinsêua (fresca o stagionata), la formaggetta (da consumare dopo 15 giorni) e l’u cabanin (che stagiona almeno 40 giorni).

Related Articles

Stay Connected

63FansLike
84FollowersFollow
42SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles