18.6 C
Genova
martedì, 28, Settembre, 2021
spot_img

Genova, lo storico ristorante Zeffirino si espande e sbarca in Grecia

La storica catena di ristoranti ‘Zeffirino’, nata a Genova nel dopoguerra e famoso per aver servito da Papa Wojtyla a Gorbaciov, da Frank Sinatra a Liza Minelli, sfida il covid con un nuovo ristorante e una nuova trattoria a Santorini, in Grecia, una delle mete più ambite dagli italiani. A raccontarlo è il patron Luciano Zeffirino Belloni:

“Nell’era del covid ci muoviamo e continuiamo ad espanderci, perché ci conoscono e sanno che lavoriamo bene e ci vogliono un po’ ovunque”

Dopo Las Vegas e Hong Kong – continua Zeffirino – arriviamo anche in Grecia sull’isola di Santorini, dove abbiamo già inviato un quintale di pesto fatto con basilico genovese biologico ‘Giusto’ di Cogoleto via aereo da Milano. Il nostro nuovo ristorante, gestito da mio figlio Marco, è collocato nell’ambito di un hotel a cinque stelle. Puoi costruire un palazzo, ma se dentro non ci metti le persone giuste, che sanno lavorare, e un prodotto buono, non vai da nessuna parte“.

Sulla pagina Facebook di Zeffirino si legge: “Negli Stati Uniti il pesto di Zeffirino è così amato che anche Donald Trump e Madonna hanno richiesto consegne speciali. Nel corso dei decenni dal ristorante di Genova è sorta una catena simbolo della cucina italiana nel mondo, amata da personaggi come Frank Sinatra, appunto, ma anche Luciano Pavarotti, Gerard Depardieu, Cassius Clay, Celine Dion e Jean-Claude Van Damme.

Sempre su Facebook si possono scorgere le prime immagini del ristorante Zeffirino in Grecia.

 

Ma come nasce la storia di un ristorante così famoso come Zeffirino? Zeffirino Belloni è stato il fondatore e capostipite dell’omonima famiglia. Nasce nel 1918 nella campagna Modenese, è il maggiore di quattro fratelli: Mario, Angelo e Angela. A 17 anni si sposa con Olga e insieme i due avranno cinque figli: Gian Paolo, Luciano, Odino, Alberto e Giorgio.

Nel 1939, Zeffirino viene chiamato alle armi. Come attendente di un Colonnello si occupa della preparazione dei pasti. È così che Zeffirino scopre la sua passione per la cucina. Finita la guerra la miseria incombe: Zeffirino vende il poco che ha e insieme alla moglie, ai figli, ai genitori e ai fratelli, parte per Genova con l’intenzione di prendere una nave che li porti tutti in Argentina. In realtà, da Genova non salperà: decide di scommettere su questa città.

Zeffirino rileva una trattoria a Quinto, la chiama “l’Emiliana” e arruola tutti i membri della famiglia. In seguito i figli ormai cresciuti si sposano portando in famiglia tre nuore: Giannina, Livia e Renata e da lì a poco nascono anche i nipotini: Adriana, Marco, Lucia, Paola, Sabrina e Zeffirino jr.

È in questo momento che Zeffirino decide di separarsi dai genitori e dai fratelli, che torneranno a Modena. Si mette quindi alla ricerca di un locale più grande, che possa assicurare a ciascuno dei suoi figli una vita dignitosa. Ne trova uno vicino al Ponte Monumentale nel cuore di Genova e gli dà il proprio nome, dando vita così al ristorante Zeffirino.

Related Articles

Stay Connected

63FansLike
84FollowersFollow
42SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles