13 C
Genova
mercoledì, 17, Aprile, 2024
spot_img

Annata difficile per l’olio, clima e fitopatologie riducono la produzione del 50%

Il 2021 è un anno difficile per l’olio che fa segnare un calo del 50% a causa del clima e delle fitopatologie che hanno caratterizzato gli ulivi. Le stime di Confagricoltura mostrano una leggera ripresa rispetto alla campagna olearia dello scorso anno ma ci sono ancora molte differenze tra il nord e le aree del centro e del sud.

Gli operatori sono generalmente soddisfatti della qualità e dello stato fitosanitario delle drupe. L’umidità controllata ha contribuito a contenere gli attacchi di mosca ma la mancanza d’acqua, portata da un’estate particolarmente asciutta, limiterà la resa in molte province olivicole.

Il Liguria, come sottolinea il presidente della sezione olivicola di Confagricoltura Liguria Armando Schiffini, “la riduzione arriverà al 50% per fitopatologie che a luglio hanno revocato cascola di frutti sani“.

Schiffini poi prosegue: “Quest’anno, da ponente a levante, paghiamo a caro prezzo l’accentuarsi di due fitopatologie già presenti negli anni scorsi ma che mai avevano prodotto danni evidenti come in questa stagione olivicola. Innanzitutto in buona parte della provincia spezzina, sono stati segnalati molti casi di ‘cecidomia’, ovvero un insetto che depone le uova all’interno delle foglie compromettendone l’importante funzione fisiologia svolta per la pianta. Un altro problema che interessa invece tutta la Liguria, è un fenomeno di cascola precoce delle olive, o il loro disseccamento sulla pianta, già dal mese di luglio“.

Quest’ultima condizione, purtroppo, non riguarda solo le olive liguri ma sta interessando altre regioni del nord Italia, come Veneto e Lombardia, ma al momento la ricerca scientifica non sembra in grado di individuare la causa.

Schiffini poi conclude: “Come Confagricoltura Liguria abbiamo segnalato il problema agli enti regionali preposti e appena avremo indicazioni sul da farsi daremo suggerimenti alle nostre aziende sugli interventi da produrre in campo per ridurre l’attacco di questo patogeno“.

Related Articles

Stay Connected

63FansLike
84FollowersFollow
42SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles