6.9 C
Genova
mercoledì, 24, Novembre, 2021
spot_img

Kowalski a Genova raddoppia: ecco la Piccola Birreria: “Un sogno dopo il lockdown”

Riaprire i battenti dopo il lockdown è già una bella soddisfazione per un locale a Genova. Ma perchè riaprire soltanto quando si può raddoppiare? Succede tra i vicoli del capoluogo ligure, dove il conosciutissimo ristorante e pub Kowalski nella serata di mercoledì 6 ottobre 2021 ha inaugurato il suo secondo locale in Salita Pollaiuoli, la Piccola Birreria Kowalski. Chiamatela voglia di ripartire, coraggio o follia se volete, quello che è certo è che nel centro storico di Genova una nuova apertura è sempre una boccata di ossigeno.

E lo è anche per Pierpaolo Cozzolino, titolare del Kowalski, che ci ha raccontato l’emozione di vedere un piccolo sogno diventare realtà dopo un periodo difficile: “Dopo il lockdown è stato bellissimo riaprire il Kowalski ed è stupendo ora aprire per la prima volta la Piccola Birreria. L’idea di un secondo locale ci frullava in testa già prima del Covid: la pandemia, paradossalmente, ci ha dato la spinta giusta per realizzarla e andare oltre i discorsi. La Piccola Birreria ha preso il posto del Ristorante Il Balcone, che purtroppo non è riuscito a resistere alla tempesta portata dalla pandemia. Il nuovo locale è molto piccolo e può contare 40 posti, ma è molto caratteristico. Abbiamo preferito non apportare grandi modifiche poichè ci piaceva così com’è. Siamo aperti con il secondo locale tutti i giorni dalle 18.00 all’1.00 (venerdì e sabato fino alle 2.00). Chiusi il martedì”.

Con la Piccola Birreria, il Kowalski offre ai genovesi un posto tutto dedicato alla birra: “Il ristorante pub Kowalski è un grande contenitore dove i clienti possono trovare tutto, dalla birra ai cocktail, dall’aperitivo al dopocena. Abbiamo però deciso di aprire un locale più piccolo dove concentrarci sulle birre della Repubblica Ceca: poche birre alla spina, selezionate e di qualità. Abbiamo scelto la linea di birre del birrificio artigianale Maryensztadt in Polonia (una pils, una porter e una apa) che importiamo noi direttamente, e la Czech Pils del Birrificio di Busalla in botticella a caduta. Presto porteremo alla Piccola Birreria anche qualche chicca introvabile in Italia. In questi giorni di inaugurazione presenteremo anche i nostri boccali in ceramica, fatti a mano da un artista ligure. Chi vorrà potrà acquistare il boccale personalizzato con il suo nome”.

 

Non si berrà soltanto alla Piccola Birreria Kowalski: “La cucina sarà importante anche nel nostro secondo locale, con specialità dell’Est Europa tra carne e verdura. Offriremo tante opzioni anche a chi non gradisce la carne. Mia moglie, lo chef del Kowalski, ha studiato un menu per la birreria davvero interessante. Nasce tutto da lei, essendo polacca”.

Un’apertura, quella della Piccola Birreria Kowalski, importante per il centro storico. L’obiettivo principale è quello di renderlo vivo e di fare rete tra i locali: “Lavoro nel centro storico da ormai vent’anni – racconta Cozzolino -. Fare rete qui è fondamentale, soprattutto per qualificare quella che nei vicoli viene chiamata movida ma che non ha nulla a che vedere con la movida spagnola. Di locali di qualità è già pieno il centro storico di Genova, ma più se ne aprono meglio è!”. 

Per l’inaugurazione della Piccola Birreria, il Kowalski invita tutti i genovesi a una settimana di serate di musica e non solo. Ecco il programma:

  • Giovedì 7 ottobre: selezione musicale Ma Nu
  • Venerdì 8 ottobre: selezione musicale Capasoul
  • Sabato 9 ottobre: selezione musicale Mass Prod
  • Domenica 10 ottobre: battaglia degli illustratori Pepita Ramone