14.4 C
Genova
domenica, 14, Aprile, 2024
spot_img

Euroflora food, 27 punti di ristoro per un percorso tra i sapori della Liguria

Un’esperienza enogastronomica alla scoperta dei sapori della Liguria. È questa la proposta food di Euroflora 2022 all’interno del nuovo sistema di percorsi dei Parchi di Nervi. Sono 27 i punti ristoro, per un viaggio alla scoperta delle specialità del territorio: dalla focaccia al formaggio dei consorzi ai dolci tipici liguri, passando le proposte degli chef stellati fino ai menù vegetariani e glutee free.

Euroflora: i 27 punti ristoro

– I dolci tipici genovesi e gli Amaretti di Voltaggio della Pasticceria Cavo
– Le specialità di confetteria della Vedova Romanengo
– La colazione gourmet della Pasticceria Liquoreria Marescotti
– La Stella nei Parchi dello chef stellato Ivano Ricchebono del The Cook al Cavo
Capurro, il senatore del catering, che supporterà negli eventi con la sua straordinaria esperienza
– Il panino con la mozzarella di Lavagé, i würstel di Cabannina e gli hamburger a km zero della Macelleria di Rossocarne
– Il pesto alla genovese e le ricette di mare di MT Group
– La colazione con le brioche artigianali di Mentelocale Bistrot
– La Focaccia col Formaggio del Consorzio Focaccia di Recco
– Lo street-food di pasta al pesto e panissa curato da Welcome Ricevimenti
– I gelati di Luca Dalpian e della gelateria Chicco
– Le focaccione e le specialità di Wanda
– Le trofie, i pansoti e i golosi club sandwich di Bon Ton in collaborazione con Tiflis che si occuperà dei secondi piatti con gli arrosticini al bicchiere e le bombette arrostite
– Il cono di fritto ligure e la focaccina di maiale sfilacciato della Rosa dei Venti del Porto Antico
– La tradizione della cucina ligure e i sapori del territorio dai fritti alle torte salate a km zero interpretati dagli chef di GEMI
– Le birre di Angelo Poretti
– Il Caffè della Famiglia Boasi

Marco Pedrelli, Alessandro Cavo, Alessio Soriani e Fabrizio Gagino, soci operativi di Vedova Romanengo, società capofila dell’operazione Euroflora Food, spiegano: “Abbiamo coinvolto i migliori imprenditori del catering della ristorazione e dello street-food della Città per poter offrire il meglio a chi visiterà Euroflora 2022, una vera e propria esperienza nell’esperienza ci siamo impegnati e ci impegneremo sempre maggiormente per unire le competenze, le capacità e i prodotti di alta qualità del territorio per poter cogliere le opportunità degli anni a venire credendo in una crescita della nostra Città e della nostra Regione“.

I ristoratori, chiamati a raccolta dal marchio storico Vedova Romanengo, hanno messo a disposizione la propria professionalità al servizio di Euroflora dando spazio ai prodotti locali DOP e IGP, freschi e a filiera corta, per offrire ai visitatori un’esperienza che fosse anche etica, sostenibile e digitale.

Da quest’anno, infatti, la proposta food si declina anche in digitale: sarà possibile prenotare online e ritirare in loco il proprio ordine grazie alla nuova piattaforma sviluppata in collaborazione con NEXI, azienda italiana leader per i sistemi di pagamento digitali. Sul sito www.euroflorafood.it gli utenti potranno scoprire i menu e acquistare online per poi recarsi presso il punto ristoro a ritirare il proprio ordine. Un servizio che punta a migliorare l’esperienza food, semplificandola e velocizzandola.

> Dove mangiare a Nervi durante Euroflora
> Euroflora: gli eventi collaterali a tema cibo

Abbiamo scelto di essere Partner Digitale della ristorazione Euroflora 2022 perché, in qualità di PayTech leader in Europa, vogliamo diffondere soluzioni di incasso capaci di aumentare la produttività e la competitività delle imprese – spiega Dirk Pinamonti, Head of e-commerce di NEXI -. Nello specifico abbiamo sviluppato una piattaforma che raggruppa tutti i ristoratori che partecipano alla manifestazione e che dà a espositori e partecipanti la possibilità di beneficiare di un’esperienza di vendita e di acquisto digitale più semplice, più immediata e più sicura“.

L’organizzazione di Euroflora ai Parchi di Nervi rappresenta anche un esempio di sostenibilità. L’intento dei ristoratori è dunque quello di chiudere il cerchio per poter parlare concretamente di sostenibilità, anche nel food. Ecco perché presso tutti i punti ristoro verranno utilizzati materiali monouso biocompostabili e saranno create delle zone dedicate alla raccolta e al compostaggio dell’umido.

Inoltre, grazie alla presenza dell’ONG genovese Helpcode, verranno organizzati dei laboratori didattici “Cibo per tutti” e “Salviamo il mondo prima di cena”, per educare ad azioni concrete e contribuire ogni giorno alla sostenibilità alimentare.

Helpcode è particolarmente sensibile ai temi della denutrizione e malnutrizione e attua importanti interventi per migliorare le competenze e le tecnologie agronomiche nei paesi a basso reddito; inoltre organizza progetti di educazione e supporto ai bambini e alle loro comunità, in Italia e all’estero. I visitatori di Euroflora potranno dare il proprio sostegno a Helpcode anche prendendo l’aperitivo: presso alcuni punti ristoro verranno organizzati aperitivi solidali, coi quali verrà devoluta una quota all’Associazione.

Un altro elemento su cui ha lavorato la cordata di imprenditori liguri è l’aspetto etico della ristorazione. Durante Euroflora 2022, nulla andrà sprecato. Un esempio virtuoso di lotta allo spreco alimentare e di solidarietà: grazie alla collaborazione con il Banco Alimentare, tutto l’invenduto sarà consegnato all’Associazione non profit del Banco Alimentare della Liguria.

Così il cibo potrà essere redistribuito in totale controllo e sicurezza ad enti e associazioni caritative che assistono persone in difficoltà economica ed emarginati.

Related Articles

Stay Connected

63FansLike
84FollowersFollow
42SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles