14.5 C
Genova
venerdì, 18, Novembre, 2022
spot_img

Osterie d’Italia 2023 Slow Food: 9 le chiocciole liguri

Poche novità per la Liguria dalla Guida alle Osterie d’Italia 2023 di Slow Food. Erano 10 le chiocciole nel 2022, sono 9 quest’anno: nessun nuovo ingresso, una sola defezione (Magiargé a Bordighera) per cambio di proprietà. A far la voce grossa la provincia di Genova, con 6 chiocciole, seguita da Imperia con 2. Una sola la chiocciola in provincia di Savona. Non pervenuta la provincia di La Spezia.

In totale sono 65 i locali recensiti in Liguria, tra questi 5 new entry: La voglia di Genova (Genova), Bugamatta (Imperia), Osteria dell’olio grosso (Imperia), Osteria dell’Inferno (La Spezia), Moisello (Ranzo).

La trentatreesima edizione di Osterie d’Italia racconta la ristorazione italiana più autentica e di qualità attraverso le visite e le recensioni di più di 240 collaboratori sparsi in tutta Italia. La nuova edizione raccoglie 1730 indirizzi di osterie, agriturismi, enoteche con cucina e ristoranti segnalati per la cucina territoriale, la rigorosa selezione degli ingredienti e il prezzo giusto. 139 le novità; 270 i locali premiati con la Chiocciola per l’eccellente proposta e per l’ambiente, la cucina e l’accoglienza in sintonia con Slow Food; 126 i locali premiati con il Bere Bene, un nuovo riconoscimento per la curata selezione di bevande: birre artigianali, succhi, infusi, cocktail e distillati e 450 i locali premiati con la Bottiglia per la curata selezione di vini. La regione con il maggior numero di Chiocciole è la Toscana (27), seguita dal Piemonte (26) e dalla Campania (25).

Ma ecco quali sono le osterie in Liguria 2022 premiate con la Chiocciola secondo Slow Food.

Genova

Savona

Imperia