3.2 C
Genova
mercoledì, 30, Novembre, 2022
spot_img

Migliori ristoranti 50 Top Italy: tutti i vincitori in Liguria

C’è un po’ di Liguria all’interno della classifica dei Cento Ristoranti Italiani, inseriti nella Guida ai Migliori Ristoranti Italiani 2023 di 50 Top Italy. La prestigiosa guida della ristorazione italiana accoglie infatti tra le sue fila anche grandi realtà del territorio ligure: “Abbiamo suddiviso i migliori ristoranti della Penisola – hanno dichiarato i tre curatori della guida, Barbara Guerra, Luciano Pignataro e Albert Saperesecondo tipologia di locale e fascia di prezzo, in tre classifiche contenenti 50 nomi ciascuna: Grandi Ristoranti, Cucina d’Autore e Luxury. I Grandi Ristoranti senza limite di spesa e la Cucina d’Autore con un limite di spesa intorno ai 100 euro“.

Al vertice nelle due categorie Grandi Ristoranti e Cucina d’Autore rispettivamente l’Osteria Francescana di Modena e Zia Restaurant a Roma. La Liguria però è stata in grado di dire comunque la sua, con posizioni di rilievo in classifica. È il caso del ristorante gourmet Hostaria Ducale, nel cuore di Genova, a pochi passi da Piazza De Ferrari e Palazzo Ducale, inserito al ventiduesimo posto della classifica 50 Top Italy nella categoria Cucina
d’Autore: “Siamo felici di questo riconoscimento – sottolinea il proprietario Enrico Vinelli L’intera brigata, guidata dallo Chef Daniele Rebosio sta lavorando per raggiungere grandi obiettivi, in linea con la massima attenzione verso i nostri clienti, che apprezzano il lavoro di ricerca e selezione realizzato ogni giorno nei nostri piatti”.

50 Top Italy racconta così Hostaria Ducale: “Vicino a Piazza de Ferrari, uno stretto vicolo, salita San Matteo, ti porta ad Hostaria Ducale, un piccolo locale curato nei dettagli, giocato sui colori oro e nero, con la possibilità, in estate, di cenare nel dehors lungo il caruggio. Gestione affidata a ragazzi giovani, come il sommelier Mattia Briganti che ti accoglie con un sorriso e lo chef Daniele Rebosio, che da novembre ha preso in mano le redini della cucina. Con passione ti fa degustare piatti innovativi ma ben equilibrati, in cui si manifestano solida tecnica, ottima qualità delle materie prime e particolare attenzione ai prodotti del territorio. Atmosfera piacevole e rilassante per una serata fuori dal caos della quotidianità.

Ma Hostaria Ducale non è l’unico nome presente nella classifica dei Migliori Ristoranti Italiani 2023. Nella categoria Grandi Ristoranti, il 45esimo posto è occupato di diritto da Impronta d’Acqua a Lavagna. Impronta d’acqua è un concept, un’idea nata dall’incontro tra le esperienze di Ivan Maniago ed il territorio del Levante Ligure, che offre materie prime di mare e di terra spesso ancora poco valorizzate. Una cucina basata su prodotti locali selezionati, a cui si aggiunge la personale “impronta” di Ivan.

Per la Categoria Cucina d’Autore, oltre a Hostaria Ducale è presenta in classifica, al 42esimo posto, Il Marin al Porto Antico di Genova. Qui lo chef Marco Visciola adora sbizzarrirsi con i gusti squillanti del pesce azzurro della Cooperativa di Camogli: acciughe, sgombri, sugherelli e interiora. Tra una portata e l’altra sorprende la freschezza di pensiero dello chef aperto alle suggestioni orientali. Una menzione speciale merita l’approccio di sostituzione del sale, che usa riduzioni degli ingredienti cardine dei piatti come colatura di alici, fondo bruno della seppia o acciuga.

Al 45esimo posto c’è il ristorante Gianni d’Amato a Miranda (Tellaro): “Colori, arredi e lunghe tovaglie bianche rimandano elegantemente agli anni sessanta. Oggi i bei locali con giardino della Miranda, a Tellaro, sono diventati il regno della famiglia D’Amato: Gianni e Federico ai fuochi, la signora Fulvia in sala. Cenni di Liguria (ciupìn, aiolì, pesto, acciughe…) e un pescato di qualità descrivono una cucina solida e profonda, fine, con dettagli di alta scuola. Volutamente misurati gli effetti speciali: forse i Fragolini alla brace e lo Spaghetto Pomo d’Oro, oppure, tra i non banali amuse-bouche, le finte olive con brandade di baccalà. Belle le ceramiche Ginori, ottimo il pane e commendevole il servizio, puntuale e discreto, per una tavola di sicura classe”.

Due sono le realtà liguri presenti in classifica per la categoria Trattorie/Bistrò Moderni: al quinto posto ecco La Brinca a Ne: “Tradizione al passo coi tempi, cultura, amore e professionalità sono gli ingredienti che trasudano da piatti dal sapore antico sempre curati, con materie prime troppo spesso sottovalutate. Un’istituzione, un faro per non naufragare nel marasma di una ristorazione dissennata. Alcuni piatti sono diventati iconici come il Prebugiun, il Cuniggiu Magro, la Punta di Vitello al Forno, le paste ripiene. Per non parlare degli oli e dei vini. Un luogo che ti rassicura e ti riempie il cuore di gioia”.

Si prende il 37esimo posto il ristorante L’Agave Framura: “Appollaiata su uno scoglio sopra il piccolo porticciolo di Framura, l’Agave ha un legame strettissimo col territorio, sia mare che terra. La filosofia è quella di prediligere i prodotti locali, scelti con estrema cura e magicamente accostati dallo chef. Piatti curati, espressivi: le tipiche erbe aromatiche liguri lavorate con garbo in una sinfonia di colori e sapori, davanti ad un panorama mozzafiato e al tempo stesso intimo. Il tutto accompagnato da una carta dei vini innovativa, che propone una ampia scelta di vini liguri ordinati per comune di produzione. La professionalità e la gentilezza dei sommelier in sala completano il quadro, rendendo l’esperienza davvero unica e indimenticabile”.

Related Articles

Stay Connected

63FansLike
84FollowersFollow
42SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles