17 C
Genova
venerdì, 20, Maggio, 2022
spot_img

L’Antica Pizzeria Da Michele apre a Genova: ecco dove e quando

Tenetevi forte abitanti di Genova… e prendere il vostro posto in fila: dopo Gino Sorbillo, a Genova apre un altro “tempio sacro della pizza napoletana“: l’Antica Pizzeria Da Michele, dal 1870 un vero e proprio punto di incontro a Napoli tra tradizione e innovazione, esperienza e passione. Un punto di congiunzione che prenderà posto anche all’ombra della Lanterna. La notizia arriva da Instagram, dove la nuova pagina damichelegenova annuncia in un post: Stiamo Arrivando! Il dove lo si sa già: l’Antica Pizzeria da Michele apre a Genova in via XII Ottobre 122R/124R.

Al post un utente commenta chiedendo “Quando aprirete?”. E la risposta non si è fatta attendere molto: “Per aprile il tempio della pizza sarà pronto ad accogliere i suoi clienti!”, risponde la pagina Instagram. Dunque è ufficiale, l’Antica Pizzeria Da Michele sbarcherà a Genova ad aprile 2022.

Noi di Basilico già immaginiamo la reazione dei genovesi, che una volta seduti al tavolo e aperto al menu, avranno la possibilità di scegliere tra due sole pizze: la margherita (si dice la miglior margherita del mondo) o la marinara. È questa infatti la filosofia della pizzeria Da Michele: con solo due pizze sul menù a garanzia di qualità, si ricercano da più di cent’anni i sapori del passato. Garantiti da ingredienti delle eccellenze campane: dalla farina al fiordilatte all’olio, tutto nasce da imprenditori che dedicano il loro lavoro a un ambito ristretto, garantendo tecniche e sapori eccelsi.

Foto: L’Antica Pizzeria Da Michele/Facebook

Con l’ennesimo tassello che va ad aggiungersi a Genova (il terzo in Italia dopo Milano Roma), la storia della mitica pizzeria continua nel nome e nel ricordo di Michele Condurro, maestro pizzaiolo e capostipite della famiglia di pizzaioli che dal 1870 hanno fatto della pizza napoletana la cifra della propria vita. Michele era semplicemente un ‘fanatico della pizza’, come Luigi Condurro, uno dei suoi 13 figli era solito definirlo.

Dalla pizzeria passarono e ritornarono più o meno tutti i figli di Michele, ma in realtà a prenderla in mano furono Salvatore, Luigi e Antonio Condurro. Insieme, i tre fratelli hanno portato avanti la tradizione insegnatagli dal padre, mantenendo intatti i valori che Michele aveva eretto a vessillo della vera pizza napoletana. E ancora oggi si seguono le indicazioni date da Michele nel 1906, quando aprì la prima pizzeria: servire solo due gusti di pizza, la Marinara e la Margherita, senza l’aggiunta di “Papocchie”, che ne alterano il gusto e la genuinità le quali sono conosciute ed apprezzate in tutto il mondo.